Ancora e sempre in strada

Ancora e sempre in strada

23 febbraio 2010

Nuovo look e film mentale...

"Oh god, che è successo?" vi starete chiedendo...
(se non ve lo state chiedendo fa nulla, ve lo dico lo stesso :P)
L'aspetto che fino ad oggi aveva il blog era un po' troppo "standard"
per i miei gusti, così, dopo un paio di ore al pc fra immagini,
programmi di grafica e poche righe di codice (la cosa che
mi ha preso più tempo essendo io un completo ignorante in fatto
di html, basti pensare che ho dovuto fare copia incolla per
scrivere ogni singolo frammento di ciò che mi serviva...)
ecco che vi mostro quello che a parer mio è il suo aspetto congeniale!

...passando a cose ben meno serie:
"Tanto tempo fa, in una galassia vicina vicina.... Condussero Gesù al luogo del Gòlgota, che significa luogo del cranio, e gli offrirono vino mescolato con mirra, ma egli non ne prese. Poi lo crocifissero e si divisero le sue vesti, tirando a sorte su di esse quello che ciascuno dovesse prendere. Erano le nove del mattino quando lo crocifissero. E l'iscrizione con il motivo della condanna diceva: Il re dei Giudei. Con lui crocifissero anche due ladroni, uno alla sua destra e uno alla sinistra. I passanti lo insultavano e, scuotendo il capo, esclamavano: «Ehi, tu che distruggi il tempio e lo riedifichi in tre giorni, salva te stesso scendendo dalla croce!». Ugualmente anche i sommi sacerdoti con gli scribi, facendosi beffe di lui, dicevano: «Ha salvato altri, non può salvare se stesso! Il Cristo, il re d'Israele, scenda ora dalla croce, perché vediamo e crediamo». Egli rispose: "la Forza sarà con me, sempre!". Il ladrone crocifisso alla sua destra, notando per la prima volta chi aveva di fianco disse a quel punto:"La Forza è potente in quest'uomo". Giunse mezzogiorno e i cieli s'aprirono mentre un'enorme macchina divina scendeva sulla terra. Un'enorme fortezza nera, di 160 chilometri di diametro, armata di Laser Gravitonico capace di distruggere un pianeta, 15.000 torri turbolaser, 2.500 cannoni laser, 2.500 cannoni ionici e 700 raggi traenti. Tutti gli uomini li radunati fecero per fuggire, ma vennero fulminati in pochi secondi. Poi Gesù disse: "L'abilità di distruggere un pianeta è insignificante in confronto alla potenza della Forza. La Morte Nera serve solo a far scena!" e scese dalla croce utilizzando i suoi poteri jedi mentre una figura vestita di nero si materializzava a pochi metri e si avvicinava. La figura disse: "Luke, io sono tuo padre!" e Gesù: "Oh, ciao Eloì, non t'avevo riconosciuto!" poi guardandolo meglio: "Certo che potevi vestirti un po' meglio, per l'occasione, sembri una lattina..." "Bando alle ciance, unisciti a me e insieme potremo governare la galassia come padre e figlio ...e spirito santo!". tan tan tan tattatan tattatan, tan tan tan tattatan tattatan, tin tun tin tan tatatatan tan, ecc ecc..." (perdonatemi questa boiata, ma ieri sera mentre Andrea parlava della legione di angeli fulminatori che Gesù avrebbe potuto evocare per salvarsi dalla croce io non ho potuto fare a meno di pensare a quello che avete appena letto XD)

7 commenti:

Chiara ha detto...

Beh il nuovo look del blog mi piace molto :)
Le ispirazioni sulla storia di Gesù un po' meno ma alemno facevano ridere...d'ora in poi sapremo cosa pensi mentre facciamo la liturgia :)

Emilio ha detto...

Ti rispondo in maniera intellettuale di fronte questa boiata: VA COGLIA RIGANU ARA SCISA I PAULA!!!

Francesco ha detto...

Adoro l'origano, ma ho idea di dove sia il paese di Paola... E poi, non è che durante la liturgia non faccio altro che pensare a "film mentali" di questo genere, semplicemente alle volte la mia mente prende il volo ed elabora queste scenette... dopotutto ho ascoltato con interesse dalla prima all'ultima parola di Andrea!!! Se volete un commento "serio" non c'è nessun problema, anche se non era certo commentare lo scopo della "storiella" che ho scritto ma aveva la finalità di pura e semplice cronaca... In particolare, comunque, mi hanno colpito due cose, nel discorso fatto. La prima è certamente l'affermazione "non tenterai il signore Dio tuo" in risposta alla terza tentazione, e la digressione "dostoevskijiana" (esistera una parola del genere?) sulla libertà, per il fatto che mi ha fatto pensare a quanto, alle volte si cerchino e si vogliano a tutti i costi vedere delle realtà/ oggettività in questioni, secondo me, esclusivamente legate alla fede (mi riferisco ad esempio alla costante ricerca, da parte di alcune persone, di miracoli e "feticci" da adorare...). La seconda è la risposta dell'indemoniato in Mc 5, 9: -"mi chiamo Legione" gli rispose "perchè siamo in molti"-, che mi ha fatto pensare un po' a me stesso e a una frase che sono solito ripetere spesso, ovvero che -mi sento spesso come se fossi una maschera. A seconda dell'ambiente e della situazione in cui mi trovo mi sembra di interpretare personaggi diversi, alle volte anche opposti fra loro-...
ciao^^

Miriam ha detto...

nooooooo...non ci credo!! Anche io come mio difetto ho sempre riscontrato quello di adattarmi alle persone! Nel senso sto con tizio e mi comporto in un certo modo e penso in un certo modo...poi arriva caio e cambio in base alla situazione e alla persona che ho di fronte!
Comunque lo style mi piace!! =) ora devo solo ricordarmi il mio nome utente e pass -.-
Miriam (CdS)

Giuditta ha detto...

Molto bello il nuovo look del blog, ma io cambierei le nuvole sotto per metterci qualcosa in tinta con il colore delle finestre...tipo deserto o simili, perchè secondo me stacca troppo...ma magari è solo una mia idea XD complimenti per la voglia e l'impegno che ci hai messo!!! ;)

Francesco ha detto...

a me non dispiace il contrasto fra azzurro e beije (si scrive così?), ma si può fare una prova anche col deserto...

Miriam ha detto...

noooo...azzurro mi piace di più...sa di 'E va più in su più in là, controvento, è lotta dura ma, tendi lo spago...' xD